Progettazione e Realizzazione Zona Living

Descrizione.

Progettatazione completa dello spazio living grazie all'inserimento del sistema/libreria Pass-Word di Molteni&C, design Dante Bonuccelli, "Il design ideale nasce da un concetto nuovo, è funzionale, è cura dei dettagli, ha forme armoniose e diventa atemporale." Tecnologia all’avanguardia e design raffinato per un sistema definito dalla libera componibilità degli elementi, dedicato al contenimento e all’home entertainment, progettato per la zona pranzo e per accogliere anche i più moderni sistemi multimediali. Nessun cavo di collegamento rimane a vista, grazie a una panca tecnologica che ospita tv, home theatre, lettori dvd, smartphone, tablet, modem digitali, consolle per videogiochi e impianti audio hi-fi. Raffinata la nuova finitura interna in cedro, legno profumato e caldo, sia al tatto che alla vista, che si affianca a tutti i colori delle finiture laccate della gamma.

Divano angolare Met di Cassina, design Piero Lissoni, completo di rivestimenti sfoderabili in tessuto o pelle. La struttura interna è in acciaio e l’imbottitura in poliuretano espanso, privo di CFC, a densità differenziata e ovatta di poliestere. Le finiture dei piedi vengono proposte, per l’intera collezione, in alluminio brillantato o antracite opaco.

Coppia di Poltrone LC2 di Cassina, designer Le Corbusier|Pierre Jeanneret|Charlotte Perriand, con struttura in acciaio cromato trivalente (CR3) lucido o verniciato nei colori grigio, azzurro, verde, marrone, fango, avorio o nero semilucidi. Cuscini indipendenti con imbottitura in poliuretano espanso schiumato e ovatta di poliestere o in piuma (escluso il pouf) con inserto in poliuretano espanso. Rivestimento in pelle o in tessuto; è previsto inoltre un tessuto in microfibra per i modelli con struttura cromata. Un modello senza tempo che ha fatto la storia del design. Disegnata nel 1928, è l’archetipo della poltrona moderna. La separazione tra la gabbia della struttura e la cuscinatura esprime compiutamente la logica del razionalismo. Un classico.

Poltrona Wink di Cassina, designer  Toshiyuki Kita, a posizione regolabile. Struttura portante in acciaio, imbottitura in poliuretano espanso schiumato privo di CFC e ovatta di poliestere. Schienale ad inclinazione regolabile, mediante manopole laterali, con poggiatesta diviso in due parti reclinabili indipendentemente. Rivestimento in un’ampia e rinnovata gamma di tessuti in diff erenti colori oppure in pelle. Su richiesta, sono disponibili soprarivestimenti in tessuti speciali; in particolare, per il poggiatesta, vengono introdotti soprarivestimenti in un nuovo tessuto disponibile in diversi colori. I punti di appoggio a terra sono in materiale plastico di colore nero. La poltrona può essere trasformata in chaise-longue ribaltando la base in avanti. Inoltre è disponibile una versione speciale della poltrona realizzata con rivestimento monocolore o in combinazioni di colori differenti per la parte interna ed esterna, esclusivamente nei tessuti della nuova collezione Gerrit. Set di manopole laterali e piedini anteriori e posteriori disponibili nei nuovi colori rosso Cina e azzurro, che vanno ad aggiungersi al nero.

Un sistema Domino di Molteni&C, designer Nicola Gallizia, "Lo sguardo relativo rivela le forme che l’occhio curioso brama." Completo di pouf imbottiti e di lineari piani d’appoggio compone una galassia di satelliti al servizio della zona conversazione e della camera da letto.
Disegnati da Nicola Gallizia per essere inseriti l’uno nell’altro, consentono molteplici composizioni. La specchiera in vetro argentato da appoggiare a terra è predisposta anche per l’ancoraggio superiore a muro.

Tavolo Seven di B&B Italia, designer Jean-Marie Massaud, costituito da tre lati diseguali che offrono un'alternativa alla disposizione tradizionale. Settele persone che può ospitare, nella formazione 3+2+2. A seconda che sia in legno o laccato il suo aspetto si modifica ma mantieneintatto il disegno della struttura a tre diramazioni che affiora sul piano creando un decoro grafico in contrasto o in armonia cromatica.

Lampada Carmen è un lampada da soffitto disegnata da Carmen Ferrara, insignita del Compasso D’Oro per giovani designer. Forme semplici e cromie rigorose – bianco o nero – caratterizzano questa lampada capace di generare una luce indiretta morbida e diffusa, con un design minimale e dallo stile contemporaneo. La struttura è realizzata in lamiera di ferro, tagliata con precisione con la tecnologia laser e successivamente piegata e saldata con filo d’argento come vuole la tradizione artigianale. La peculiarità di Carmen è proprio la sua struttura. I bracci possono infatti rotare per 350° conferendo alla luce la bellezza del dinamismo e del movimento. È possibile infatti avere un raggio di luce più intenso sovrapponendo i bracci, oppure più soffuso e ampio aprendoli.
La sorgente luminosa è una barra LED che emette oltre 5.000 lumen consumando meno di 50W di potenza, rendendo così possibile l’illuminazione di spazi fino a 25 mq e assicurando allo stesso tempo una durata nel tempo ben oltre le 60.000 ore.

Sedie Hola di Cassina, designer Hannes Wettstein, con braccioli. Struttura interna in acciaio; imbottitura in poliuretano espanso privo di CFC. Piedini in materiale plastico di colore nero. Rivestimento in tessuto o pelle completamente sfoderabile. La configurazione a catalogo viene ampliata con una nuova versione che prevede la combinazione di due materiali diversi: scocca esterna in pelle e parte interna in una gamma di tessuti selezionati.

Zona studio ricreata grazie ad un sistema completo 505 di Molteni&C, designer Luca Meda, che ci ha permesso di dividere l'ambiente senza aggiungere pareti in muratura ingombranti e permettendo alla luce di passare attraverso la struttura. Flessibilità e funzionalità guidano il progetto 505, un sistema a spalla portante che si sviluppa in una serie di mobili componibili con ampia modularità, pensato come libreria e sistema TV.
Le finiture, laccato opaco e lucido, le essenze e i vetri consentono inoltre di ottenere differenti soluzioni personalizzate, che rispondono alle più moderne esigenze abitative. A completare il sistema vi sono vani multimediali, piani di lavoro, ma anche la possibilità di comporre mobili singoli, appesi a parete o appoggiati a terra.

All'interno della zona studio il tavolo LC6 di Cassina, designer Le Corbusier|Pierre Jeanneret|Charlotte Perriand, con basamento in acciaio verniciato grigio, azzurro, verde, fango, avorio o nero semilucidi. Basamento dotato di quattro supporti con gambo filettato in acciaio che consentono una regolazione in altezza fino a 50 mm.

Piani:

-       cristallo o vetro stampato (dim. 225x85 cm.)

-       rovere naturale, rovere tinto nero o noce canaletto (dim. 170x75 cm.).

Altre combinazioni:

- basamento in acciaio verniciato nero con piani di dimensione 225x85 cm. in marmo Marquiña nero, marmo Carrara bianco oppure in materiale soft touch nero;

- basamento in acciaio verniciato avorio con piano marmo Carrara bianco.

Piedini: materiale plastico di colore nero dotati di feltri. Il basamento di questo tavolo è stato disegnato nel 1928 utilizzando i profili ovoidali adottati in aeronautica per mantenere separate le ali dei biplani. La versione presentata al Salon d’Automne nel 1929 era con il piano in vetro stampato rosato e basamento verde; in seguito Charlotte Perriand sviluppò altre versioni con un basamento azzurro o avorio e diversi colori di piano.

Sedia Husk di B&B Italia, designer Patricia Urquiola, propone, accanto alla versione con gambe in pressofusione già presente in catalogo, nuove varianti che ne ampliano l'uso e ne modificano la percezione. Ora la base può essere in legno di rovere (chiaro, nero, grigio e fumigato), oppure a 4 razze in alluminio, con o senza ruote, in un'ampia gamma di finiture.

Lampada sospensione Caboche di Foscarini, designer Patricia Urquiola e Eliana Gerotto, nata dalla volontà di creare una lampada preziosa ed affascinante come un braccialetto di perle, risolta nel segno della leggerezza e della trasparenza grazie all’utilizzo del polimetilmetacrilato, Caboche si è affermata sin dal suo primo apparire come uno dei maggiori best-seller Foscarini, fino a diventare una vera e propria icona nel mondo dell’illuminazione di design. Ricca, brillante e sofisticata, Caboche è un mosaico di rifrazioni, perfetta fusione in un’unica forma di diverse individualità che realizzano nel loro insieme il corpo e l’effetto luminoso della lampada. Quando è accesa, la luce si diffonde dall’interno delle sfere come tanti cristalli luminosi, illuminando l’ambiente a 360° e garantendo al contempo un’illuminazione diretta sul piano e riflessa a soffitto. Un’emozione luminosa garantita anche dalle versioni a Led – ad alta efficienza energetica e lunga durata nel tempo – completamente reingegnerizzate nella parte illuminotecnica proprio per assicurare la stessa intensità, diffusione e temperatura della luce della versione originale. Caboche a sospensione è un gioiello di creatività e di tecnologia, disponibile in tre misure e in due versioni: trasparente e giallo oro. E’ adatta a diventare protagonista di arredi sia privati che pubblici, coniugando impatto visivo con leggerezza, valore arredativo e funzionalità.

Studio nel dettaglio anche delle luci accompagnato dal bellissimo tendaggio che confluisce ancora più eleganza al progetto finale.

E' un progetto che offre un'eccezionale varietà di soluzioni compositive per una concezioni della zona giorno all'insegna dell'individualità.