Arco

Arreda la tua casa con Zucchi
Contattaci

Acconsento al trattamento dei dati. Per saperne di più visitare la pagina relativa al trattamento dei dati.

Messaggio inviato correttamente
Impossibile inviare il messaggio

Lampade Flos

Arco è una lampada progettata dai designer italiani Pier Giacomo Castiglioni e Achille Castiglioni nel 1962 per l'azienda italiana, d'arredamento ed illuminazione, Flos. Si tratta di uno dei prodotti di disegno industriale più famosi e venduti e di un oggetto icona del design italiano; fa parte delle collezioni permanenti del Triennale Design Museum di Milano e del MoMA di New York. Si tratta inoltre del primo oggetto di disegno industriale a cui viene riconosciuto la tutela del diritto d'autore al pari di un'opera d'arte.

IDEA DI PROGETTO: Il concetto principale di questa lampada è la sua versatilità e praticità, nasce infatti dall'idea di avere un punto luce effettivamente "sospeso" sopra il luogo di interesse che può essere un tavolo o una scrivania o un libro, senza dover essere vincolati ad un sistema di illuminazione a sospensione, e quindi senza dover essere condizionati da un punto fisso. La lampada Arco infatti, grazie alla sua struttura che permette di sfruttare lo spazio sotto di sé, arriva direttamente con il punto luce sul luogo desiderato, proprio come fosse un lampadario, ma a differenza di quest'ultimo può essere trasportata; è dotata infatti di un foro passante a sezione circolare ricavato nella base in marmo, che permette, infilandoci semplicemente un bastone, come per esempio il manico di una scopa, di spostare facilmente la lampada da un'altra parte; era quindi pensata più per gli esercizi commerciali, come i ristoranti, anziché come elemento d'arredo domestico o d'ufficio.

DESCRIZIONE: Si tratta di una lampada a terra, a luce diretta, la cui base è costituita da un parallelepipedo di marmo bianco di Carrara, di 65 kg circa, con spigoli e vertici smussati ad angolo (senza raccordo); dalla base si innalza una struttura in acciaio inossidabile satinato, fissata al marmo tramite una guida scavata in esso e dei supporti a vite. Tale struttura, realizzata con tre profilati d'acciaio con sezione a U, dopo una prima parte diritta va a formare un arco vero e proprio, regolabile proprio facendo scorrere i diversi profilati su se stessi. Al termine dell' "arco" vi è l'alloggiamento del punto luce: una cupola formata da due pezzi: una calotta forata, che impedisce l'eccessivo riscaldamento del portalampada, e un anello in alluminio che serve a regolare la posizione della cupola in relazione alla regolazione dell'arco. Nei molti anni di produzione la lampada non ha ricevuto alcuna modifica estetica o costruttiva, eccettuata la diversa colorazione della calotta di alluminio, che nei primissimi esemplari virava verso il dorato, e il portalampada, bianco all'inizio e in seguito modificato per uniformare la lampada alle leggi di sicurezza. All'inizio della sua produzione era disponibile anche con la base in marmo nero, tale versione è ormai fuori commercio da molti anni.

DIMENSIONI: La distanza massima, in proiezione orizzontale, del riflettore dalla base è di 2,2 m, l'altezza da terra è di 2,5 m; tuttavia la lampada, essendo regolabile permette di raggiungere diverse combinazioni.

 

Disponibile in showroom
Designed by:
Categoria:
Scheda tecnica:
Share: